Gli strozzini su facebook a caccia di casalinghi!

casalingoII

Cari passeggeri del Titanic, mentre voi ballate un ritmo medium swing invece di pentirvi dei vostri peccati e imparare a sopravvivere, mi è giunta questa missiva come commento a un  post ripubblicato su un gruppo sulla spesa consapevole.
Questa è una notizia che al tg4 sarebbe in apertura, noi diamole in gisto rilievo, senza sottovalutarla.
Quando parlo di controllo elettronico delle nostre vite, parlo sdi algoritmi, motori di ricerca dedicati oltre che travccaibilità di ogni cosa e sorveglianza diretta attraverso le videocamere.
Lo scrivevo in un saggio del 2007, quantomai profetico, che le tracce elttroniche della nostra vita formano un’immagine di noi, sono di fatto noi, e ci rendono individuabili come le falene dai pipistrelli per mezzo di un sonar.
E’ un concetto complesso riassumibile in poche parole:
Molti sanno tutto di te.
Non ve ne frega? Lo so, avete lo smartfone con Soda Crack Saga, il videogioco che ti fa cucinare milioni di chili di coca cloridrata per trasformarla in crack da fumare e spacciarlo davanti alle scuole. E’ così il gioco, le caramelle sono una copertura.
Intanto ecco uil commento come l’ho ricevuto.
Fernadez Flor Washington Abraham.
Hola

Yo soy una persona que se encuentra en Francia,me dirijo hacia cualquier persona en la necesidad de que el informe que puedo hacer préstamos de dinero (dinero)
5.000 €/$ 500. 000. 000 €/$ a cualquier persona capaz de pagar con una tasa de interés del 2% por año y períodos que van desde 1 año a 30 años, dependiendo de lacantidad solicitada.
Lo hago en las siguientes áreas :-Préstamo inicio – préstamo Financiero – Préstamo de bienes raíces – un Préstamo que es la inversión del Préstamo
para automóvil – deuda de consolidación – rescate de crédito – Préstamo personal . Si usted tiene realmente necesita , no dude en cuenta para escribir a mí para obtener
más información.
aquí está el
correo electrónico:mariusdumon1@gmail.com
Il gruppo è ITALIAN FOOD COMMUNITY GUIDA ALLA SPESA. CONTROLLATE!
Ora, dovrei denunciare un indirizzo mail agli sbirri o contattarlo trasformandomi in giornalista di inchiesta, ma non c’è nulla da indagare: strozzini gitani, probabilmente ( lo dico perché il tipo sta in francia ma scrive in spagnolo) ma non è detto. Ti fai un viaggio a Nizza con la macchina da ventimila euro e torni a casa con 2000.
Io ho debiti, per le macchine che ho distrutto, per le tasse che mi uccidono anche se non guadagno nulla.
Io ho debiti come tutti i padri di famiglia e le madri di famiglia che non appartengano alla fascia sempre più ristretta di Italiani benestanti.
Riguarda la famiglia?
Per la famiglia i soldi sono importanti come l’amore.
Un minimo di soldi.
La vecchia piccola borghesia, asfittica e criminale, rappresenta un tenore di vita quasi utopico per me.
E quando ti va bene, hai genitori ricchi che comprano gli occhiali a tua figlia.
Ma in cambio mettono bocca sulla tua vita, ti distruggono come genitore, perché fanno parte della borghesia benestante, non davvero ricca, asfittica e criminale quanto quella piccolasolo con più soldi.
Fare debiti può essere indispensabile, ma spesso non basta.
Io adesso dovrei pagare una terapia per uno dei miei bimbi e non posso, quindi comincerò e poi smetterò e poi ricomincerò e così via.
Vi rendete conto cosa significhi questo per un padre?
Eppure la NOSTRA schizofrenia ci porta a replicare stili di vita insostenibili.
La mia ultima vacanza è stata di una settimana s Cagliari nel 2011 quando lavoravo. E ancora prima nel 2007. Sempre una settimana.
Però uno dei motivi principali delle mie liti, della mia separazione, sono le futilità costose che ai bambini non devono mancare.
Non me ne frega se lo pago io o lei se Nepi va in seconda elementare e le vengono ricomprati astuccio e cartella senza motivo, io non mi arrabbio, mi viene da predere a cazzotti il muro. Perchè quei soldi sono due visite specialistiche ( a basso costo).
Lo stesso per i regali.
Se io regalo a Pepolino per dire, un chilo di pongo e un libro del dr. Seuss e a Nepitella l’edizione illustrata (disegni vittoriani) del romanzo di Peter Pan, loro dovrebbero essere felici. E lo sono.
Ma se questo succede subito dopo che Pepolino ha ricevuto un soldato imperiale di Guerre Stellari(pubblicità gratuita) alto come lui, giuro, e Nepitella il fottuto CASTELLO DI FROZEN grande come un monolocale, loro non cagheranno i miei regali simbolici e amorevoli, e fin qui cazzi miei. Ma finiranno per pretendere regali (pubblicizzati a randa sui canali per bambini anche a pagamento) con i quali di fatto giocano due ore nella vita.
Non so se mi spiego. Sono assuefatti ai regali, non gliene frega un cazzo, per loro piovono dal cielo e sono dovuti.
Questo perché parenti psicopatici pensano che questo sia un peccato veniale.
Quel rompicazzo del padre non vuole che gli regaliamo i giochi? E noi glieli diamo uguale, tanto che può fare?
Non può fare niente.
Odio gli Hippy. La loro puzza di piedi e marijuana stantia, il loro principi isolazionisti.
Voglio che mio figlio si vesta bene e gli auguro di avere lo stile di suo padre.
Spero che la bambina sia felice e riesca ad esprimere le immense doti che ha in questo mondo di merda, non in un eremo sull’appennino.
Tuttavia non è un mio problema. E’ un mondo, un’Italia molto impoverita, e bisogna abituare i bambini a questo orizzonte. A un futuro con la disocccupazione stabile al venti per cento, ad una miseria diffusa, a città pericolose. Ma anche alla gioia di aspettare un regalo per un anno, e tenerlo di conto, ed amarlo. Capire che ogni euro speso è un’euro tolto a un’altra cosa importante.
Se dico questo ai nonni dei miei figli, mi trattano da maniaco.
Ma so quello che dico. Mentre i giocattoli ricevuti un mese fa sono già dimenticati, ci sono necessità e urgenze alle quali non posso far fronte.
Che faccio chiamo lo strozzino di internet?
Intanto venderò un po’ di giocattoli, poi se ne parla. Ma la lotta contro Disney (pubblicità gratuita) è persa in partenza. Le apocalissi non vengono per caso.

Ah, questo è lo strozzino, così come si rappresenta. Forse ha rubato una foto.

10274257_118502645191336_150736017478048824_n

E questa è la pagina dove trovate la lettera e le indicazioni per raggiungere il suo profilo.

https://www.facebook.com/groups/italianfoodcommunity/permalink/559565780886648/?comment_id=574524806057412&notif_t=group_comment

 

2 thoughts on “Gli strozzini su facebook a caccia di casalinghi!

  1. E non sai come è ancora più difficile fare queste scelte per principio e non per necessità! Cioè non che io navighi nell’oro, però ogni volta che dico “no”, “non adesso”, “non questo schifo che domani sarà già a pezzi nella spazzatura” passo per un’arpia che tortura dei poveri innocenti senza motivo. 🙂

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...