Cena x 4: 40 cent a CRANIO! Patate Zucca e Rivoluzione (vellutata?)

Ve lo ricordate il 2013.
Era il quarto anno di crisi e il governo cominciava ad ammetterla solo perché il 2012 fu il primo con un consistente segno meno in tutti i settori. Ma la fine del mondo in cui siamo cresciuti era già sulla nostra schiena a giocare a minigolf.
Un anno dopo ne eravamo fuori, grazie al Matteo il clown con un palla sola, ma grande. Perché la crisi era un’opportunità.
Naturalmente a me questo non risulta, Quando ho cominciato questo racconto, intendo tutto il sito non questo post, ero deciso a non cercare lavoro. (per i motivi che potete leggere nel primo post del Casalingo Moderno)
In sostanza non conveniva.
Stare a casa, pulire, fare economie, cucinare, quello sarebbe stato il mio ruolo. Oltre a scrivere quattro ore al giorno.
Lo spiegone è motivato dai miei leggendari post di quel primo anno su come fare la spesa. All’inizio spiegavo come spendere la metà comprando le stesse cose ed eliminando gli sprechi.
Poi, mentre il mio matrimonio muafragava, ho commesso LE GRANDI CAZZATE una di fils all’altra.
Mi sono riempito di debiti è la mia economia è diventata di pura sussistenza allora i primi tagli consistenti: dopo la pay tv e i dischi in vinile.
Basta ristorante, vestiti, scarpe.
Ieri mi sono tagliato i capelli da solo.
Ho finito i soldi non di questo mese, ma del mese prossimo.
Mentre l’Italia si riprende alla grande, io vado a fondo. Non da solo.
Come si spiega la cosiddetta ripresa?
Sostanzialmente è una supercazzola. Inoltre l’economia sta tornando in equilibrio, ma sulle basi di una disoccupazione al 12 per cento stabile, l’erosione del risparmio di due generazioni, blocco degli stipendi, crollo del valore degli immobili e contemporaneo triplicarsi delle tasse sulla casa.
In questi anni chi era ricco ha speculato su chi subiva la crisi arricchendosi ulteriormente.
Classe media ridotta alla fame; prospettive inesistenti per la prossima generazione.
Siamo in america ma non ce ne siamo accorti, perciò se io adesso volessi fare un mcjob del cazzo per pagare, che ne so, cure mediche ai bambini o a me stesso, non mi vorrebbero perché sono troppo qualificato. Per i posti altamente qualificati nel settore di servizi e comunicazione ho un curriculum troppo bizzarro; giornalista, cameriere, professore, facchino, oste, e poi cosa c’è scritto qui? Casalingo?
Si levi dal cazzo.
Negli States è normale passare da direttore del personale a sturacessi.
E non pensavo mai di auspicare una cultura del genere qui.
In realtà desidero scenari apocalittici, bande armate con vestiti rubati ai morti, uccisi con la garrota per non sciupare la camicia firmata.
Assalti alle banche fatti da ciccione sessantenni addestrate nell’uso dell’arma ricavata dal ferretto del reggiseno contenitivo.
L’uomo della provvidenza?
Altro che Grillo. Altro che Renzi.
Io vedo bene una figura di alto livello istituzionale come Matteo Messina Denaro.
Invece di pagare il pizzo, le tasse, e poi tutti i servizi per i quali abbiamo già pagato le tasse, paghiamo solo la mafia una volta sola.
Fuori dall’euro e dentro la produzione di droghe leggere e pesanti, campi di oppio, canapa, efedra, L’appennino tutto a cocaina. Quello deve essere il prossimo made in Italy.
Va bene il cibo, il vino, le scarpe e i vestiti. Ma io voglio che il prossimo figlio di papà russo, americano, o tedesco, firmato italia dalla testa alle mutande, schianti per un infarto causato dalla nostra metanfetamina. E ci faremo sentire in europa per tutelare le nostre eccellenze.
Eh, l’italia dei sapori e dei saperi, come direbbe il Monco Massonico.
L’unica alternativa è prendersi tutto e ora, ma voi non lo farete, perchè avete l’heil phone, che è l’oppio dei popoli moderno.
Ricordate che l’avete letto prima qui: La Mafia al potere!
E che qualcuno uccida quella faccia di merda di Saviano per favore.
Basta politica.
Anche se parlare di difficoltà a mettere insieme pranzo e cena è implicitamente politica. Ma non dovrei lasciarmi andare a certi sogni ad occhi aperti. (fabio fazio fazio ucciso dal tunisino che gli vende il fumo, renzi dato in pasto a dieci operai fiom incappucciati che gli praticano sodomie doppie e triple prima di staccargli quella testa enorme, fissarla su una chiave inglese di sessanta centimetri e portarla in una processione che rimette davvero i peccati, in un bagno di sangue perché i carabinieri per una volta si schierano con i peones, dopo aver impiccato ai lampioni tutti gli ufficiali superiori, e poi tutti insieme a fare il giro di residenze, prima vescovi e politici e banchieri, poi avvocati e giudici, poi…) ma basta dolci illusioni.
Torniamo alle ricette.
Sarà difficile che mi chiami la Clerici che dite?
Quando sono partito per la tangente parlavo della spesa.
Ieri bastava ricorrere all’intelligenza per mantenere lo stesso tenore alimentare.
Oggi vedo pensionati a Milano frugare tra i rifiuti dopo il mercato. Fatelo anche voi, un cespo di insalata é insalata va lavata uguale. Fatevi regalare le cose che i negozi buttano via.
E tornate alla dieta dei vostri nonni contadini, possibilmente terroni. Minestre di legumi con pasta o pane, carne sempre di buona qualità ma se siete alla fame potete campare di trippa e fegato, La scamerita di maiale toscano alla Coop costa circa 4 euro al chilo.
Mai, ripeto mai, in nessun caso, la fettina.
Raccogliete le erbe spontanee.
Attrezzatevi con taglierini e tasche sfondate per rubare bottiglie e salmone senza farvi fottere: non si va in galera per un taccheggio, Piuttosto occhiali scuri cappello e se vi beccano fate un fugone, non vi inseguono.
Rischiate la galera per una rapina in banca, se ne avete il coraggio.
Truffate le finanziarie.
Ora le banche e gli istituti di credito sono obbligati ad allentare un po’ i cordoni della borsa senza garanzie, e questo spiega l’aumento dei consumi rispetto all’anno scorso.
Aumento di debiti.
Ma voi fotteteli.
Usate documenti falsi.
State solo attenti che non si rivalgano magari sull’unica casa che avete. Dovrebbe essere proibito, visto che la casa è un diritto, ma non sareste gli unici che dormono per strada.
Siate fuorilegge insospettabili.
Educati col potere,fottetelo alle spalle, non vestite da straccioni del cazzo per far vedere che siete anarchici: siatelo.
Se venite sfrattati occupate senza pietà. Si trovano facilmente elenchi di case sfitte di grandi proprietari pubblici e privati. Non occupate la casa di un privato che magari è la pensione che non avrà mai dall’inps. Chi ha la partita iva può essere miserabile come uno stagista. Deve finire questa distinzione manichea da comunisti di merda.
Certo puoi provare ad evadere,fallo, ma quanto più sei piccolo tanto più è difficile.
Io vi giuro, che se potessi, non darei un euro a questo stato. Viva l’evasione di sopravvivenza cazzo.
Niente non ci riesco.
Comunque tutto quello che ho scritto si può mettere in pratica, In parte. O tutto. Dipende dalla fame.
A proposito.
Sono riuscito a mettere a cena quattro persone con 1,50 euro di roba IN TUTTO. Ma era quasi tutta roba che si tiene in casa e quindi diminuisce il costo marginale del vostro pasto.
Ho già sbrodolato abbastanza per parlare della dispensa minima,
Dunque la ricetta. Non si può neanche dire come si fa perché se ve lo devo spiegare vuol dire che non sapete fare neanche un caffè.
Comunque.
Un chilo di patate, un chilo di zucca, mezzo dado o un po’ di brodo ristretto e congelato ( non buttate via nulla minchia.), se vi ci piace un soffritto leggerissimo fato con più acqua che brodo, poi aggiungete le patate a fuoco alto con un po’ di brodo, poi la zucca, aggiungete sale e pepe se vi piace. Quando la minestra si sfa di suo, aiutatela col peamer, aggiungete latte mischiato con acqua secondo i gusti e le preferenze.
A parte avrete fatto i soliti crostini di pane secco.
Servite con del rosmarino sul bordo del piatto, di modo che se avete un figliolo rompicazzo possa scansarlo senza bruciarsi.
Nella foto vedete un ciuffo di lavanda. Ci sta bene, anche se pochi la usano in cucina, qui da noi.
Il tutto mi è costato circa 1,50 Euri. PER QUATTRO PERSONE.
Considerando anche di pagare la zucca, che invece ho rinvenuto nel freezer di Salvia.
Certo è una cena leggerina, non ha la completezza nutritiva del purè di fave, ma considerando il periodo verso il quale andiamo, non mi sembra un male.
Come ci si iscrive?
Lo ridico.
Andate sull’homepage di casalingomoderno.com e riempite il form, basta
una mail valida e un nome falso.
Riceverete contenuti extra (quando vedo che cominciate ad aumentare, ne ho già pronti)
e potrete partecipare al CONCORSO A PREMI “FALLO E BASTA!” ABBINATO ALLA CAMPAGNA ABBONAMENTI DI CASALINGOMODERNO.COM  per il 2016.
E non perdete lo speciale del casalingo moderno nei prossimi giorni: come sopravvivere al Natale senza ingrassare, senza uccidere i parenti, senza offendere nessuno, senza una lira.
SOON COME.
IMG_8652

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...