Mrs. Potato raddoppia! (II parte)

Continua l’epopea di Mrs. Potato in dolce attesa di due gemelli…

 3 (2)

CONSIGLI NON RICHIESTI E DOMANDE BIZZARRE

La donna incinta per sua natura attira l’attenzione di tutta una fauna di saputi ficcanaso, quella gemellare ancora di più.
Una delle categorie spaccamaroni, è quella dalle madri da poco (tempo).
Si spacciano per esperte, e non ti priverebbero mai del proprio saggio parere.
Su tutto.
“Ma non vai dal dietologo? Io ci sono andata.”
E sti cazzi?
“Vai fuori il fine settimana?” Ma è un’ora e mezza ad arrivare!”
Mica ci vado a piedi.
“Metti ancora la cintura in macchina?”
Visto che quella dei pantaloni ha perso di senso…
“due in un colpo solo! Ma com’è successo?”
Ho fatto col metodo standard. Ti faccio un disegnino?
“Prendi gli integratori? Io per il ferro mangiavo la mela chiodata.”
E chi sei, la mamma di Goldrake!
“Mi raccomando, non ti affaticare.”
Come farei senza di te! Stavo giusto partendo per la maratona di New York.
“Leggi questo libro: come eliminare i conflitti tra i figli
Lo saprà che i suoi figli si odiano?
“Leggi Come liberarsi dalle energie negative. Funziona!
E allora come mai tu odi tutti?
“Leggi I bambini indaco”
Un altro pilastro del pensiero moderno, proprio.
“Ma che bello, ciavevi gemelli in famiglia?”
No, m’ha morsicato una madre gemellare.
“Oddio, ma come farai?”
Ecco, grazie del pensiero.
Dopo il parto:“Scusi, sono gemelli?”
No no, il passeggino doppio era in offerta, quindi ho dovuto noleggiare un altro bambino.
“La verdura la lavi bene?”
No, mi piace terrosa.
“Come fai col caldo?”
Sudo.
“Ma c’hai tutto doppio?”
Mmh… preferisci la risposta greve o la versione censurata?
Poi ci sono quelle che ti raccontano il parto col moviolone in campo.
Non sono mai racconti tranquilli, tipo  sono andata in ospedale coi dolori e in due ore ho fatto tutto. Col cazzo.
Il medico che nemmeno s’è visto, l’ostetrica pazza, il figlio messo al contrario con le gambe incrociate e il marito che insultava le infermiere in corridoio, il bambino isterico che ha scambiato la notte con il giorno: pura letteratura del brivido, specie se devi ancora partorire.
Nella categoria unisex dei Toccapancia rientrano quelli che, indovina un po’, vogliono per forza toccarti la pancia. Passi per colleghe, amici intimi e parenti stretti. Ma gli altri?
Una volta al supermercato, una sconosciuta mi chiese di toccare.
“Meglio di no, signora.”
“Ma come, è così bello!”
Cosa? Toccare pance di gente incontrata per strada? Probabilmente è anche reato, chissà.
Che poi, toccare la pancia fa venire le contrazioni, dice.
Secondo medici, ostetriche, libri e chiacchiere dal parrucchiere quasi tutto fa venire le contrazioni: toccare troppo la pancia, strizzare i capezzoli, fare le scale, svolgere attività fisiche faticose, disturbi intestinali, incazzarsi di brutto, infezioni batteriche giù a sud, e sopratutto fare sesso.
In effetti sarebbe stupido negarlo, quando tutti gli studi più recenti lo confermano:
è molto raro avere le contrazioni senza prima aver fatto sesso.

FINE II PARTE

5 thoughts on “Mrs. Potato raddoppia! (II parte)

  1. Oh my goodness! an amazing article dude. Thanks Nonetheless I am experiencing issue with ur rss . Dont know why Unable to subscribe to it. Is there anybody getting similar rss drawback? Anybody who is aware of kindly respond. Thnkx eaddkccddcdc

  2. I appreciate, cause I discovered just what I used to be looking for. You have ended my four day long hunt! God Bless you man. Have a nice day. Bye eedcdbfegdgb

    • thanks. and sorry for being late. weìre online again. this is a parody of many family blog but it’s all true. it”s a fucking saga of a real family. Now I started the second part. about the explosion of the mentioned family, follow follow e ler other people follow. ciao

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...