DENTRO E FUORI LE SCARPIERE

Immagine

UN LUNEDì DI PIOGGIA E DERBY

IL CASALINGO MODERNO

COMINCIO’

LE PULIZIE DI PRIMAVERA.

MA LA PRIMAVERA NON SI ERA FATTA VEDERE

NON SI POTEVA ARIEGGIARE LA CASA,

COSI’ COMINCIO’ DALLE SCARPIERE.

.Immagine

LE SCARPIERE ERANO TANTE.

UNA VOLTA SMONTATE PER ESSERE PULITE

TENTARONO LA FUGA LUNGO IL CORRIDOIOImmagine

MA IL CASALINGO LE INSEGUI’  UNA AD UNA.

COME TUTTI SANNO,

LE SCARPIERE SONO MOLTO VELOCI

MA ANCHE MOLTO STUPIDE.

IL CASALINGO RIUSCI’ A CATTURARLE

PERCHE’ ERANO ANCORA GRAVIDE DI SCARPE

APPESANTITE DA STIVALI E SCARPONCINI

SANDALI E FELTRINI.

IL CASALINGO LE AVEVA ALLEGGERITE

SOLO DI QUELLO CHE C’ERA APPOGGIATO SOPRA

CHE ERA TANTA ROBA,

MA NON BASTAVAPER FUGGIRE

ABBASTANZA IN FRETTA

DALLA FINESTRA DEL BAGNO

RIMASTA APERTA..

ECCO COSA TROVO’

IL CASALINGO MODERNO

SULLE SCARPIERE MODERNE

Immagine

UN CUMULO DI OGGETTI

LE AVEVA COLONIZZATE

MENTRE NESSUNO GUARDAVA.

AL CONTRARIO DELLE SCARPIERE

GLI OGGETTI SONO LENTI

MA MOLTO INTELLIGENTI.

SI ERANO PIAZZATI LI’

UNO ALLA VOLTA

PER NON DARE NELL’OCCHIO.

QUEL LUNEDI’ IL CASALINGO PENSO’

“NON SO DA DOVE VENITE

MA ORA VE NE ANDATE DA QUI!”

LI PRESE A MANCIATE E LI SPOSTO’

SU UN TAVOLO DI LEGNO

PER GUARDARLI MEGLIO.

Immagine

UNA COLLANA DI CONCHIGLIE BIANCHE

TENUTE INSIEME DA UN FILO ROSSO.

(SI PARLA SPESSO DI FILI ROSSI

CHE UNISCONO CONCETTI

MA E’ DIFFICILE AVVISTARNE ALLO STATO BRADO

SULLE SCARPIERE.)

UN CHIRURGO DI PLASTICA SENZA UN BRACCIO

CHE NASCONDEVA SOTTO LA TESTA

UNA PENNINA USB DA 250MEGA.

UNA CARTA DA GIOCO

UN PENNARELLO FINITO

Immagine

UN SEGNALIBRO LEONARDESCO

UN VECCHIO VIDEOGIOCO

UNA SPAZZOLA

Immagine

COSTRUZIONI MORBIDE

DA MASTICARE O MORDERE

COLOR GIALLO (PEZZI:UNO)

LUCIDO DA SCARPE

Immagine

UN CUORE DI STOFFA CON GALE DI PIZZO

UN TUBETTO DI POMATA LENITIVA

UN BIGLIETTO DI AUGURI

UNA STATUINA DI MISTER INCREDIBILE

L’INCARTO DI UN CEROTTO STERILE

Immagine

UN CESTINO INO INO DI PAGLIA VERDE

CON DENTRO UN PUFF PER PUFFI,

UN CALENDARIO FINTO ANTICO

CON VERE TRACCE DI VECCHIAIA.

Immagine

UN AGGEGGIO METALLICO

ANCORA NELLA SUA BUSTA SVEDESE

IN BILICO SU UNA SCATOLA DI LATTA DELLA COCA COLA.

IL CASALINGO NON SAPEVA

A COSA SERVISSE L’OGGETTO SVEDESE.

DECISE CHE ERA UN BATTICARNE

PER COTOLETTE MIGNON

Immagine

UN AUTORITRATTO DI NEPITELLA

UNA MERENDINA SCADUTA DA DUE MESI

Immagine

 

 ALCUNI OGGETTI SI ERANO SPOSTATI.

  CONFABULAVANO

IN FILA PER UNO

LUNGO IL BORDO DEL TAVOLO:

UNA SEDIA MACINTOSCH IN SILVER PLATE

UN PLAYMOBIL OPERAIO

UNA SIRINGA SENZ’AGO.

“SARANNO INTIMI AMICI”

PENSO’ IL CASALINGO,

E TORNO’ IN CORRIDOIO

A PULIRE LE SCARPIERE.

Immagine

LE DISINFETTO’ CON LA CANDEGGINA

APPAIO’ E ORDINO’ LE SCARPE

SPAIATE E DISORDINATE.

INFINE LE RIMONTO’.

LE GUARDAVA,

TUTTE IMPILATE E PULITE,

LA RIBELLIONE ERA STATA SEDATA.

IL CASALINGO SODDISFATTO

DECISE DI MERITARSI UNA SIGARETTA.

ANDO’ NELL’ALTRA STANZA

A CERCARE UN ACCENDINO.

L’ACCENDINO NON C’ERA.

Immagine

ERA SPARITO!

INSIEME A TUTTI GLI ALTRI OGGETTI

CHE AVEVA APPOGGIATO SUL TAVOLO!

4 thoughts on “DENTRO E FUORI LE SCARPIERE

  1. ma che bello questo post,sembra proprio una “favola moderna”!voglio leggerla a mia figlia,ha tre anni,chissà se la capisce…devi aver tanta fantasia per tirar fuori da una roba noiosa tipo la pulizia delle scarpiere un racconto cosi godibile,oppure sono io che ho la passione per le piccole storie create a partire dagli oggetti più comuni,infatti il primo racconto che ricordo di aver letto tutto da sola,a sei anni,era “Rebecca nel regno dei mostri”,la storia di un’ape che si perdeva dentro l’astuccio di scuola di un bimbo,e tutto ciò che lei vedeva era narrato dal suo punto di vista,una realtà reinterpretata…chissà com’è bella la storia che hai inventato per Nepitella di te che abbatti le Buie a telefoninate!…un abbraccio!

  2. Io che di storie ci vivo (le leggo e le scrivo – anche se naturalmente non ci campo), mi sono veramente goduta il tuo racconto! Con lo spirito giusto anche i mestieri di casa possono diventare poesia 🙂

  3. Il triangolo amoroso tra il Sig.Playmobil,la siringa senz’ago e il lucido da scarpe mi fa pensare a Braccio di ferro(Playmobil),Olivia la secca (la sirnga) e Bruto (ovviamente il lucido da scarpe).
    Chissà che cosa hanno combinato quei tre,indisturbati e con una sedia di design a disposizione.
    Questa è stata proprio una bella novella,che mi ha fatto divertire e vedere sotto un’altra luce quelli che di solito sono momenti tragici e drammatici(per me!)

    • ringrazio tutti per l’apprezzamento. Era un bonus per bilanciare il tono molto melò degli ultimi post. E attenzione! la PASSIONE non è ancora finita.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...