N°14. La Spesa 3 ( rubare al supermercato)

Ho promesso a un adepto della prim’ora di dedicare un numero al furto.

Per quello che mi riguarda, basta. Si rischia più o meno la stessa pena per la generazione si scatole cinesi per s.p.a. e il furto di una fiorentina, Doolittle dei Pixies, e una Porche.

Circa 15 anni fa avevo provato a passare  il varco con i Pixies.

Comeu’ambulanza personale, che ascolta le tue preghiere, che è ovunque tu sia e suona sempre più forte.

“Io non HO NIENTE” ho detto alla cassiera alzando le mani.

Dopo aver  alzato le mani, i dischi hanno  attraversato i pantaloni, dannata moda largona dei tempi, e sono initi sulla moquette.

Si è scoperto che la 1/2 ora trascorsa a scartarli e togliere i prezzi era stata inutile, dato che c’erano ALTRI bollini anti taccheggio, dentro il disco. Mannaggia.

Non capisco cosa c’entrino i tacchi con il rubacchiare nei negozi. .e’ un’attività che ho sempre praticato indossando pratiche scarpe di gomma. Anche l’amica che era con me non indossava tacchi, bensì stivaletti ortopedici. Apprezzo lo stile ortopedico ma va saputo portare.

Salterò tutte le avventure in librertia. Dirò solo che quel giorno, alla Mediaword, nella stanza dei peccatori profumatadi posacenere e caffe di macchinetta, ostentai indifferenza totale.

“Perché li hai presi?”

“Non ho soldi per comprarli”

“Non è mica pane”

“Per me sì. Poi se aveste venduto cibo, mi avrebbe posto la stessa domanda?”

L’uomo non era come i vigilantes di ora, tutto pompato, scartato dai caramba perchè é fissato con le armi automatiche e il compagno di stanza ( dio li benedica). Teneva anzi un aspetto pallido e malrasato.

“Guarda che ti fotti la vita, io ho chiamato la pattuglia.  Strunz.” a me crea problema l’idea dello sbirro bastardo in quanto tale, figurati la sicurezza di Mediaword. Però gli dissi questa stronzata politica-western-fatalista che parve impressionarlo.

La mia amica taceva, come sempre.

“Strunz..” dice il tizio dopo x min.”Hai un culo come un gippone”

“Perché?”

“Emergenza. Tutte le macchine richiamate. La Pantera stava già nel parcheggio; glielo dica lei a stu strunz!” coinvolse la mia serafica amica che infatti non me lo disse.

“Firmate e jatevenne. Se venite beccati qua dentro nei prossimi 5 anni, vi sfondano il culo.”

“arrivederci”

Pioveva fuori, ed era buio, le giornate si erano accorciate, e continuavo a stupirmene.

Sono a favore dei furti nelle grandi catene. Sono costi che inseriscono preventivamente in bilancio.

Però non lo faccio più. A Mediaword.

Mi sono dilungato nelle premesse aneddotiche. spiace.

Ora attenti: di seguito alcune tecniche per rubare al supermercato senza subire conseguenze.

Primo. Deve essere una cosa sporadica inserita in una spesa decente.

Secondo. I pinoli non si pagano, è immorale. Si infilano in tasca.

Terzo. Le pile non si pagano. Si scartano e mi mettono in tasca. Ricordate che la confezione è la nemica del furbino. Io trovo regolarmente l’antitaccheggio dentro lo zafferano: anche qui, scartare e imboscare. Ho un piumino rotto con un buco utilissimo.

Qualcosa di più costoso? Sapete che vado alla Coop. Diciamo che,come pura speculazione escogito metodi per fregare,

Primo. Procurarsi una tessera soci e una pistola per sparaflesciare, dove c’è.

In pratica vi fate il conto da soli, ma ogni tanto vi controllano. Se risuterete irregolari al controllo, non è che vi ammazzano, pagate la differenza. La distrazione è una buona carta da giocare, specie in un carrello con figlio piccolo.

“Ah Pepolino, hai messo ancora il cioccolato nel carrello, cattivo bimbo!”

Ma la cosa migliore è essere assolutamente virtuosi per un bel po’. Fatevi trovare in regola a due o tre controlli. Poi comportatevi bene alla successiva, Alla SECONDA, potete scatenarvi: foie gras, pesce, formaggio di fossa.

Le probabilità  di una rilettura sono molto basse, ma non nulle.

Un ultimo sgamo, sempre con Pistola Coop. Prendete un carrello rosso, piccino. e due buste di stoffa delle stesso colore. In uno mettete tutta la merce pagata, nell’altro, diciamo, gli extra.

AL momento di sparare il conto sul lettore, lasciate il vostro carrellino a qualche metro. Se non c’è rilettura meglio. Se c’è la rilettura, andate al carrellino, prendete il sacco con le cose pagate e presentatevi con il viso angelico alla cassa di controllo.

Una volta pagato, uscite, lasciate la spesa in macchina, e rientrate  ( l’ideale sarebbe una tessera diversa). Recuperate il sacchetto free, aggiungeteci un limone, il pane di segale e un cioccolatino e andate con la pistola al lettore:due letture di seguito in questi casi sono molto rare.

Direi che è tutto.

Alla prossima, birbanti

 

12 thoughts on “N°14. La Spesa 3 ( rubare al supermercato)

  1. Una volta decisi di smettere e pagai il barattolo di un caffè solubile. Era abbinato a un concorso a premi. Partecipai compilando il modulo. Vinsi un bellissimo bollitore. Sono passati 25 anni e funziona ancora. Non gioco alle schedine, totocalcio, lotto, befana, capodanno, estrazioni varie. Anche giocare a carte mi mette ansia. Gli scacchi vanno bene.

  2. Noooo . . . solo l’ansia di pensare a quello che sto facendo mi farebbe star male . . . l’unica volta che ho dovuto ricontrollare la spesa (7 cose) con la cassiera mi è preso un mal di stomaco . . . piuttosto compro (e uso) pochi pinoli alla volta . . . 🙂
    Divertente però leggere quanti modi ci sono! 🙂

    Ciao, Fior

  3. Delle mie parti ho visto persone (di cui non specificherò l’etnia)che si presentano al supermercato in gruppetto utilizzando come divisa dei grandissimi gonnelloni .Si assicurano di trovarsi nell’ora di punta, quando praticamente ti puoi muovere tra i reparti solo trasportato dalla fiumana delle persone.A questo punto, quando arrivano alla cassa iniziano a riversare sul rullo quasi tutta la spesa iniziando a far perdere tempo alla cassiera in mille modi: magari non hanno pesato questo oppure dovevano prendere quello,oppure perchè non capiscono bene la lingua ,insomma rompendo un po le palle!!!.Già,ho detto QUASI tutta la spesa,perchè sotto al gonnellone nascondono una busta piena zeppa di carne.olio,pesce,ecc,ecc.ovvero le cose che costano di più.La povera cassiera che sicuramente sà cosa sta succedendo sotto al suo rullo(perchè non èmiaca la prima volta),non può bloccare la fila interminabile composta da belve inferocite che stanno aspettando da troppo tempo e che potrebbero essere disposte ad attaccarla alla carotide in un nano secondo.QUINDI CHE FA?lascia che i simpatici gonnelloni si portino via un buon 100ino di Euri per non essere linciata.
    Che dire,potremmo cercare di fare lo stesso,ma sono sicura che ci andrebbe così bene.ci vogliono svariate generazioni di allenamento.

  4. Purtroppo ho il vizio dell’onestà, non sono intimamente predisposta al furto. Rubacchiavo alla Standa in gioventù (ma allora era considerato esproprio proletario) poi ho pensato che dormir tranquilla la notte valesse più di un pacchetto di pinoli da far scivolare in tasca e ho smesso 🙂
    PS: Alla Lidl i pinoli sono tutti “protetti”, e in certi supermercati mettono il parmigiano e lo zafferano dentro delle specie di teche di plastica che si aprono solo alla cassa… segno dei tempi…

    • Alla Lidl si va solo per comprare i forbicioni telescopici, i gonfiagommoni elettrici, e gli ingredienti per il tost mas buono del mondo.
      <per il resto QUALUNQUE prodotto di qualità costa più di quanto non costi alla COOP o al Carrefour

  5. per mesi, ogni settimana, rubavo funghi secchi, salumi e (ogni tanto) parmigiano. E questo era il mio contributo per la gestione della casa. non cucinavo, non riassettavo, non pulivo il bagno, ma facevo in modo che non mancasse mai un risottino con i funghi sulla tavola, che ovviamente cucinava qualcun altro. poi è diventato un vizio e mi sono ritrovata a rubare un paio di forbici in chiesa. io sono stata beccata per un paio di cd, uno era dei tortoise ( che tra l’altro stavo rubando per un amico). non sono mai stata così sicura di me stessa come quando fronteggiavo i due tipi della sicurezza che glielo leggevo in faccia, pensavano che ero una tosta. anche perché, loro non lo sapevano, ma io sì, di cd in quel negozio ne avevo già rubati una decina ( in buona parte poi regalati a i miei amici, compresa quella che faceva il risotto)

    • diffondi il verbo Adelita. Portsmi dieci lettori e siederai co me alla dentra del padre.
      Possibilmente vettori annfluenti nel mondo dell’editoria , della tivvù e della produzione di psicofarmaci.
      besos

      • Io ho due modi infallibili ma nn penso sia rubare, forse è rubare pagando. Ora vado tutte le domeniche a un mercato a pochi passi dal mare e ne approfitto per prendere un caffè guardando i cani randagi sulla spiaggia, impagabile! 15 euro a settimana: frutta e verdura di ogni genere per due, e ogni giorno ci spariamo un’ottima centrifuga, quindi pago tutto. A Milano però, dove una spesa giornaliera ti costa 30 euro, avevo due fantastici stratagemmi per sbizzarrirmi con le vitamine: 1- vuoi la costosa zucchina? Guardi la verdura che costa meno e la digiti sulla bilancia, alla cassa potrai sempre dire “oh, ho sbagliato il numerino di riferimento, scusi tanto”. (ovviamente da fare con pochi prodotti). 2- vuoi la costosa zucchina? Digiti il suo numero sulla bilancia e tieni sollevata la busta più che puoi, senza farti notare dai verdurofili dietro in fila. Questo è un Livello Avanzato perché la bilancia è super sensibile e ci vuole una certa abilità nel tener velocemente e perfettamente immobile la busta sollevata. ( puoi portare via tutta la frutta e verdura che vuoi, se nn c’è la bilancia alla cassa, nessuna cassiera potrà sapere se sono 1 o 3 kg, esce zucchina sul
        display e son tutti felici)

  6. If it’s a promise to get engaged one day then you can look for small diamond ring. And so they’re grown
    inside lagoons of tiny islands which might be part of a group
    referred to as French Polynesia. For this reason beneath is a
    summary of the types of rings decorated by modern
    men.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...